Home page

 

Biografia di Arrigo Muscio

 

La nostra opinione

 

Il valore del Santo Rosario

 

I salmi

 

La Regina delle grazie

 

Medjugorje

 

I santuari

 

Gruppo di preghiera

 

Libri scritti da Arrigo Muscio

 

Trattato di demonologia

 

Libri consigliati

 

Chiesa e massoneria

 

Ultime iniziative

 

Archivio

 

Lettera dall'inferno

 

Lettera di un bambino abortito alla madre

SALMO 29

 

[1]Salmo. Di Davide. Date al Signore, figli di Dio, date al Signore gloria e potenza.

[2]Date al Signore la gloria del suo nome, prostratevi al Signore in santi ornamenti.

[3]Il Signore tuona sulle acque, il Dio della gloria scatena il tuono, il Signore, sull'immensitÓ delle acque.

[4]Il Signore tuona con forza, tuona il Signore con potenza.

[5]Il tuono del Signore schianta i cedri, il Signore schianta i cedri del Libano.

[6]Fa balzare come un vitello il Libano e il Sirion come un giovane bufalo.

[7]Il tuono saetta fiamme di fuoco,

[8]il tuono scuote la steppa, il Signore scuote il deserto di Kades.

[9]Il tuono fa partorire le cerve e spoglia le foreste. Nel suo tempio tutti dicono: <<Gloria!>>.

[10]Il Signore Ŕ assiso sulla tempesta, il Signore siede re per sempre.

[11]Il Signore darÓ forza al suo popolo benedirÓ il suo popolo con la pace.

 

Commento

 

Il salmo inizia con un'esortazione a lodare il Signore per la Sua gloria e potenza. I versetti che seguono fanno riferimento al potere sovrano di Dio su tutta la creazione; quindi anche sui demoni simboleggiati dai cedri del Libano (piante alte e robuste che personificano l'orgoglio Luciferino - Ez. 31,1 seg.). L'orazione si conclude con la gioiosa affermazione riguardo al Signore che "sta assiso sulla tempesta ed Ŕ re per sempre" e "benedirÓ il suo popolo con la pace".

Questo salmo Ŕ molto utile per rammentare che il Signore Ŕ sempre all'opera; soprattutto in quest'epoca in cui "i cedri del Libano" tendono a far credere, in contrasto con la Rivelazione del Nuovo Testamento, in un "Dio filosofico" estraneo alle vicende umane.