La scelta di altri dei

 

Nonostante duemila anni di cristianesimo molte persone preferiscono adorare altri dei (tra i quali mammona, la carriera, il protagonismo ecc.). Rifiutano il Vangelo per dedicarsi ad altre predicazioni. Cercherė di esaminare questo sconcertante comportamento sia alla luce della fede sia alla luce della ragione.

Alla luce della fede

La religione cattolica Ź l’unica in cui Dio si Ź rivelato venendo ad abitare in mezzo a noi

“In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era in principio presso Dio: tutto Ź stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente Ź stato fatto di tutto ciė che esiste. (Gv. 1,1 seg.). GesĚ, con segni Ź prodigi ha dimostrato d’essere Dio, come ho spiegato nel mio libro “I segni di Dio” che Ź possibile scaricare gratuitamente dal sito http://www.genitoricattolici.org/segni%20Dio.htm . Non soltanto l’ha dimostrato in occasione della Sua vita terrena, ma continua ad operare i segni per accompagnare la predicazione dei discepoli che applicano il Vangelo  “GesĚ disse loro: "Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederą e sarą battezzato sarą salvo, ma chi non crederą sarą condannato. E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demėni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherą loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno". Il Signore GesĚ, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l'accompagnavano. “ (Mc. 16,15). Padre Emiliano Tardiff, ad esempio, Ź stato una prova evidente della veritą di queste parole evangeliche. Rimando alla lettura dei suoi libri (ricchi anche di testimonianze) per migliori dettagli. Analogo discorso vale per gli esorcismi e per le liberazioni operate dai discepoli di Cristo che vivono il Vangelo. Se poi spostiamo la nostra attenzione sui milioni di ex voto presenti nei santuari (soprattutto quelli mariani) troviamo ulteriori conferme del dettato evangelico Basti pensare a Lourdes dove le guarigioni documentate scientificamente sono migliaia, anche se i miracoli che i vescovi delle diocesi di appartenenza degli ex ammalati hanno deciso di riconoscere sono inferiori al centinaio. Ovviamente molti potrebbero chiedersi per quali ragioni i successori moderni degli apostoli sono in genere cosď restii a riconoscere un evento prodigioso; la risposta potrebbe essere legata all’incredulitą che ormai serpeggia nella chiesa. A causa di questa incredulitą, ispirata da satana, molti preti e laici non credono piĚ all’inferno, al purgatorio, ai miracoli, al diavolo, ai segni soprannaturali ecc. Per quali ragioni infatti l’evento della statua della Madonna di Medjugorje, che ha pianto lacrime di sangue nelle mani del vescovo di Civitavecchia Mons. Grillo (incredulo prima del prodigio), non Ź ancora stato considerato ufficialmente riconosciuto? Non va sottaciuto che numerosi testimoni (tra i quali persone autorevoli) videro la lacrimazione di sangue della statuetta prima che si verificasse il prodigio tra le mani del vescovo allora incredulo e che la statuetta fu sottoposta anche ad indagini da parte della magistratura http://www.ares.mi.it/uploads/recensioni/oggi_civitavecchia.pdf.

Tutta la Sacra Scrittura ed in particolare il Vangelo dimostrano l’incomparabile amore di Dio per l’umanitą; un infinito amore che viene certificato dalla morte di Cristo in Croce per la redenzione dell’umanitą che “giace tutta sotto il potere del maligno” (1 Gv. 5,19). Nessun’altra religione presenta un messaggio d’amore eterno e di salvezza come il Vangelo; messaggio, come ripeto, confermato da segni e prodigi. Nella sesta apparizione di Fatima la Madonna apparve con accanto San Giuseppe che teneva in braccio GesĚ bambino (segno evidente della riunione in Cristo dei familiari defunti che ovviamente sono andati in paradiso). Nel mio libro “La concretezza della Parola di Dio” http://www.genitoricattolici.org/La%20concretezza%20della%20Parola%20di%20Dio.pdf ho cercato di dimostrare la necessitą di vivere concretamente la Parola di Dio sia per un benessere spirituale e fisico su questa terra sia per guadagnare la felicitą eterna.

Ciė premesso Ź chiaro che nulla puė essere paragonabile al messaggio cristiano; messaggio d’amore di Dio per l’umanitą, corredato d’inviti alla guarigione, alla protezione, alla liberazione, al servizio al prossimo e soprattutto di insegnamenti per raggiungere la vita eterna.

Alla luce della ragione

Se dunque l’adesione alla religione cattolica arreca tali benefici personali, familiari e sociali come mai la maggior parte delle persone la rifiuta e si dedica ad altri dei?

Utilizzando la logica tale rifiuto pare assurdo. Infatti chi logicamente rifiuterebbe un’adesione (che richiede in sintesi l’amore verso Dio ed il prossimo) incomparabilmente ricca di benefici? In nessuna religione al mondo le testimonianze di guarigioni miracolose sono state e vengono vagliate da comitati scientifici composti anche da non credenti (si pensi ai processi di beatificazione e di santificazione nei quali viene richiesto un miracolo!); nessuna religione presenta apparizioni come quelle mariane, in grado di attirare ogni anno milioni di persone da tutto il mondo,  corredate da segni e prodigi. In poche parole la religione cattolica oltre ad essere inimitabile per contenuto, testimonianze e per concretezza Ź la piĚ esaminata da un punto di vista scientifico.

Come mai dunque Ź anche la piĚ avversata, derisa, vilipesa, perseguitata? Perché dopo duemila anni di cristianesimo molti preferiscono altri dei?

La risposta la troviamo nella Parola di Dio “ E se il nostro vangelo rimane velato, lo Ź per coloro che si perdono, ai quali il dio di questo mondo ha accecato la mente incredula, perché non vedano lo splendore del glorioso vangelo di Cristo che Ź immagine di Dio. “ (2 Cor. 4,4)

 

www.genitoricattolici.org

www.genitoricattolici.net